"La postura è un'attitudine, è un'espressione nello spazio, è un'espressione della relazione con se stessi e con gli altri.

 

Se la paura è la più grande maledizione dell'essere umano, la pratica aiuta ad essere liberi dalla paura".


06/11/2018

Barbara05

    La presa di coscienza dell’«Involucro esterno» - ovvero del nostro corpo - non può che partire dalla colonna vertebrale, che è l’asse centrale dello scheletro. La colonna vertebrale è composta di vertebre, ovvero segmenti ossei. Vista di lato, si presenta disposta con delle curve. Il fine di tali arrotondamenti è quello di ammortizzare lo scarico del peso del corpo sulle vertebre. Le vertebre sono separate da strutture cartilaginee dette dischi invertebrati. La funzione dei dischi è di permettere il movimento della colonna (sinfisi). La mobilizzazione della colonna si manifesta quotidianamente in una pratica fatta di assunzione di «posizioni del corpo», dette anche posture, da mantenersi con un controllo consapevole del respiro.

 

 

     

22/10/2018

 

  

 

 

 

   

Jung parlava di «Introversione» e «Estroversione»: conoscere a fondo il proprio mondo interiore facilita un rapporto positivo con il mondo esterno, un’apertura maggiore per una relazione con gli altri.

Ritengo che sia necessario lavorare a fondo sulla rieducazione all’utilizzo del corpo. Ritrovare la nostra fisicità significa - ed è questo l’obiettivo del mio lavoro - entrare a contatto con la parte spirituale più intima di noi stessi. 

 

 

02/10/2018

arcobaleno2

   

 Il motto dei latini lo conosciamo tutti ed è sempre valido: “Mens sana in corpore sano”. Ma quello tra anima e corpo è un rapporto che si sviluppa in entrambe le direzioni. A volte accade che una mente poco disposta alla pura ricerca della vita (i progetti che tutti noi perseguiamo, la condivisione del vivere quotidiano) incida negativamente sullo stato fisico fino a farci declinare verso una condizione di malessere, che è l’esatto opposto di benessere.

Il benessere è equilibrio. L’equilibrio è armonia. L’armonia - che sempre include la quiete emozionale - è una condizione irrinunciabile per acquisire una «leggerezza interiore».

 

 

     

24/09/2018

montagna200

   

«E’ il corpo, non la mente, che rappresenta il tramite per entrare in contatto con la parte più spirituale di noi stessi»

Il corpo ci dice - talvolta urlando e talvolta sottovoce - come sta la nostra anima. Quando avvertiamo piccoli dolori a livello fisico, ne risentiamo anche interiormente. Per questo il rapporto tra anima e corpo è strettissimo.

 

 

   

 

 


 

 

 

Titoli di studio: 
  • Diploma di laurea in Scienze Agrarie conseguito presso la Facoltà degli Studi di Bologna nel 1991
  • Diploma Istituto Superiore Formazione Insegnanti Yoga conseguito presso la Federazione Italiana Yoga nella sede di Milano nell'anno 2000
Esperienze professionali: 
  • Ho insegnato la disciplina dello yoga presso varie strutture site nella città di Ferrara e provincia nel periodo 1996/2000
  • Ho fondato nell'anno 2000 l'associazione sportiva dilettantistica Centro Airone sita a Ferrara
  • Sono attualmente responsabile della ASD Centro Airone ove viene praticata la disciplina "Ginnastica della Salute" con metodo yoga.  L'ASD centro Airone è affiliata alla UISP.